Home / Geopolitica / <strong>GUERRA IN UCRAINA TRA CONTRADDIZIONI, MALINFORMAZIONI E FAKE NEWS (parte prima)</strong>

GUERRA IN UCRAINA TRA CONTRADDIZIONI, MALINFORMAZIONI E FAKE NEWS (parte prima)

Russia-Ucraina conflitto senza limiti con i media di tutto il mondo che hanno l’obiettivo fissato su una guerra più che di posizioni… di “informazioni”; dove si sciorinano una serie di prese di posizione pro-contro qualcosa o qualcuno… e dove il più delle volte prevale la propaganda a discapito della realtà storica che vede ben oltre l’obiettivo di uno staus quo di conoscenza permeabile alle esigenze dei mezzi di una comunicazione delle masse (almeno quelle occidentali) che a seconda delle notizie vengono condizionate e trascinate verso obiettivi legati ad una strategia mediatica globale ben definita che preclude le porte alla verità storica in tutte le sue componenti.

Un conflitto che va ben oltre le azioni belliche a cui siamo abituati da sempre, una guerra che prepara scenari futuri non certamente lusinghieri per il mondo occidentale e che dobbiamo analizzare con cura e coraggio se vogliamo delineare lo sfondo di un avvenire costellato da un percorso impervio ed estremamente delicato.

Questa guerra mette a nudo la crisi di valori e la consistenza politica dell’occidente (America ed Unione Europea, compreso il “suo” braccio armato costituito dalla Nato) che avendo nel tempo (e precisamente dalla “caduta del muro di Berlino”) creduto di aver “ingabbiato” l’Orso russo ha ritenuto “congruo” potersi muovere in maniera “disinvolta” sullo scacchiere europeo non tenendo conto degli equilibri strategici che la stessa Russia richiedeva e che era costituito da una fascia di nazioni che si ponessero da “cuscinetto” tra i confini della Unione Europea e la Russia.

Questo non è avvenuto e, la situazione Ucraina, è stato il casus belli di un conflitto che parte da lontano e precisamente con l’acquisizione della “russofona” Crimea (2014) da parte della Russia (con il relativo “sbocco” sul Mar Nero); poi i movimenti indipendentisti del Donbass (territori di prevalente etnia russa) nei confronti della Ucraina… con le relative reazioni “conflittuali” da parte della stessa, che hanno inasprito i rapporti tra Ucraina e Russia.

Dopo l’indipendenza, nel 1991, a seguito del crollo dell’Unione Sovietica, la relazione tra Mosca e Kiev è stata mutevole, a causa dell’alternanza tra governi più filorussi e governi più vicini all’Unione Europea e all’Occidente.