Home / Sport / Calcio / IL CALCIO FOGGIA E ZEMAN SI SEPARANO

IL CALCIO FOGGIA E ZEMAN SI SEPARANO

Dopo un incontro fiume, tenutosi per ben 7 ore, tra il patron del Foggia Nicola Canonico ed il Maestro Zdenek Zeman, si è arrivati al divorzio tra le parti. La condizione in cui il tecnico di Praga ha dovuto lavorare, a suo dire, sono state sempre molto difficili, ma che per il bene del Foggia e dei tifosi foggiani, ha messo da parte. si è andati avanti, finchè si è potuto, anche se i risultati conseguiti dalla compagine rossnera sono sotto gli occhi tutti. La valorizzazione di alcuni calciatori risalta agli occhi, e questo è un grosso peccato per come sia finita, soprattutto perchè a collaborare con il boemo vi era tutta gente del territorio, come Peppino Pavone in qualità di direttore sportivo, Mario De Vivo in qualità di Team Manager, e Franco Altamura in qualità di direttore accompagnatore. Tutte figure, di cui il buo patron del calcio foggia ha voluto privarsi, per tentare di fare grande il Foggia senza di loro. Dopo l’incontro con Zeman, Canoncio ha convocato la conferenza stampa, affermando ai microfoni dei cronisti presenti, che Zeman non aveva più stimoli per andare avanti. Ma i più, che conosco bene il boemo, sanno che ciò che canonico afferma, siano solo congetture, o parole di circostanza, per rendere meno amaro questo divorzio. La città è incredula, ed è caduta in un torpore che era da decenni che non si avvertiva. Un vero peccato, perchè così facendo Canonico ha perso davvero un’ottima occasione per ricreare quel sodalizio rossnero che lo avrebbe annoverato tra uno dei più vincenti presidenti del calcio foggiano.